TÈ ALLA MARIJUANA. QUALI SONO I BENEFICI?
0

Tra i metodi a cui si ricorre per l’utilizzo della marijuna ce ne sono alcuni meno conosciuti ma molto efficaci per i benefici finali che apportano, ed uno di questi è l’utilizzo sotto forma di tè.

Il tè alla marijuana, oltre ad essere una sana alternativa al fumo, offre interessanti benefici rispetto ai metodi più tradizionali.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un forte incremento dell’utilizzo della Cannabis a fini terapeutici. I metodi classici, comunque, sono ancora i metodi più utilizzati assieme all’utilizzo della Cannabis sotto forma di edibile. Il tè alla marijuana, contrariamente ai metodi classici, vi permetterà di assumere la vostra dose di marijuana senza i rischi del fumo. È inoltre un’ottima tecnica per dosare con precisione le quantità da somministrare alle persone che soffrono di disturbi di bocca o gola o a quelle affette da altre malattie respiratorie. La storia ci insegna che il tè alla marijuana non è un’invenzione di recente creazione. Già le culture antiche facevano uso di infusioni con marijuana per le loro salutari proprietà anestetiche ed antinfiammatorie. I tè alla cannabis venivano ampiamente usati per trattare diversi problemi di salute, come l’epilessia, nonché per alleviare i dolori del parto, nausea e mal di testa.

BENEFICI DEL TÈ ALLA MARIJUANA

Vi proponiamo di seguito una serie di benefici che il tè alla marijuana apporta a chi ne fa utilizzo costante.

–  SOLLIEVO DAL DOLORE

È stato scientificamente provato che i composti attivi della cannabis hanno la capacità di legarsi ai recettori del nostro sistema nervoso centrale, riducendo efficacemente i dolori. Ciò rende la marijuana un potente analgesico per trattare i sintomi di disturbi come l’artrite, i dolori muscolari e altre condizioni altamente debilitanti e sgradevoli. Utilizzando la marijuana inoltre possiamo evitare di incombere negli spiacevoli effetti collaterali che i più noti antidolorifici possono causare. Il tè alla marijuana risulta essere particolarmente efficace come farmaco antidolorifico. Questo metodo d’assunzione, infatti, consente di ottenere effetti più prolungati rispetto a fumo e vaporizzazione, i cui effetti tendono a durare meno.

– MIGLIORA LA SALUTE DELL’APPARATO DIGERENTE

La Cannabis agisce legandosi ad alcuni recettori presenti a livello del sistema nervoso centrale, ma il cervello non è l’unica parte del nostro corpo su cui agisce la cannabis.  I recettori endocannabinoidi, infatti, sono presenti in tutte le parti del nostro organismo, compreso il tratto digestivo

Dopo aver bevuto un tè di marijuana, i composti attivi della cannabis possono alleviare rapidamente molti problemi digestivi, dai crampi e stitichezza alla diarrea e reflusso acido. Esattamente come facevano i nostri antenati quando avevano bisogno di trattare disturbi digestivi e malesseri di stomaco, anche voi potete approfittare delle proprietà benefiche del tè alla marijuana!

– HA PROPRIETÀ ANTIINFIAMMATORIE

La cannabis offre ottime proprietà antiinfiammatorie non solo per l’apparato digerente, ma per trattare diversi problemi di salute come la  sindrome dell’intestino irritabile (SII), sclerosi multipla e artriti, su cui può avere effetti che vanno ben oltre la semplice riduzione del dolore.

– PUÒ AIUTARE A PREVENIRE IL DECLINO DELLE FACOLTÀ COGNITIVE

L’ultima ricerca condotta sulla cannabis ha scoperto che questa pianta potrebbe essere efficace nella prevenzione del morbo di Alzheimer. Il principale composto psicoattivo della cannabis, il THC, ha dimostrato infatti di rallentare o bloccare un tipo di proteina che si crede possa svolgere un ruolo molto importante nella comparsa dell’Alzheimer nelle persone anziane. La sperimentazione è stata effettuata su animali da laboratorio, ma ciò non toglie che che la cannabis possa presto aprire le porte a nuove terapie per prevenire il declino cognitivo.

– PUÒ TRATTARE I DISTURBI DELL’UMORE

Il tè alla marijuana è particolarmente indicato per trattare le persone più soggette agli attacchi d’ansia. Ciò è dovuto al fatto che gli effetti sono più piacevoli e meno psicoattivi rispetto a quando si fuma. Molte persone che soffrono di ansia sostengono che il tè alla marijuana sia più rilassante rispetto al fumo, in quanto il contenuto di THC risulta inferiore in un’infusione. Inoltre, gli effetti rilassanti del tè tendono a durare più a lungo.

COME PREPARARE UN TÈ ALLA MARIJUANA?

La parola esatta con cui descrivere la preparazione di questa ricetta è semplicità. L’unico ingrediente che dovrete aggiungere al tè che siete soliti fare è il Cannabutter, burro alla Cannabis. Il Cannabutter può essere usato per la preparazione di piatti caldi e freddi, per cui vale la pena prepararne una piccola scorta da tenere sempre a portata di mano.

Richiedendo solo 10 minuti di preparazione, questo tè viene realizzato esattamente come qualsiasi altro tè. Mettete una bustina di tè, di vostro gradimento, ed un cucchiaino di Cannabutter nella tazza. Aggiungete acqua bollente, in modo da consentire al burro di Cannabis di sciogliersi completamente entrando in soluzione con l’acqua. Aggiungete anche un po’ di zucchero e di latte, ma dipende sempre dalle preferenze di ognuno di voi.

Un’ultima nota che ci teniamo a sottolineare è che le persone che provano per la prima volta questo tè devono essere consapevoli che gli effetti possono essere ingannevoli. La Cannabis assunta per via orale può essere fino a quattro volte più forte, a seconda della varietà e della tolleranza dell’organismo. Per cui, bere diverse tazze di tè di marijuana per paura di non percepire alcun effetto non farà altro che provocare un “high” piuttosto sgradevole.

Questa ricetta sarà molto veloce, ma i benefici che offre si possono apprezzare giorno dopo giorno, per cui cercate di godervi gli effetti senza abusarne.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

0

TOP

X